Home Page

Prologo

La Grande Guerra Sith

 

"I'm going to prove that the Republic is weak and vulnerable, Exar Kun"  -
Ulic Qel-Droma to Exar Kun

Sono ormai passati alcuni anni dalla fine della Grande Guerra Sith, che per quasi due decenni ha devastato la galassia.
Guidati da Exar Kun ed Ulic Qel-Droma, il risorto esercito Sith ed i suoi alleati hanno mosso le forze contro la Repubblica arrivando fino al cuore della galassia, Coruscant.


"The Advance teams are deployed, we caught Coruscant completely by surprise – exactly as you said" – Mandalore the Indomitable to Ulic Qel-Droma

Cogliendo di sorpresa anche i Jedi, Qel-Droma ed i suoi alleati (Aleema Keto e Mandalore l'Indomito) sono riusciti a portare la guerra su Coruscant, al centro stesso della Repubblica. 
Nonostante lo smarrimento iniziale i Jedi hanno avuto la prontezza per radunare le forze di Coruscant e resistere all'assalto.

Aleema Keto ha quindi sfruttato la situazione per far ritirare gli eserciti di mandaloriani e di Krath, spargendo la falsa notizia della morte di Uric Qel-Droma.
Trovatosi da solo e abbandonato dai suoi alleati, Qel-Droma è stato catturato dai Jedi e consegnato alla corte dell'Inquisizione.

"They're gonna tear Ulic to shreds!"
"Can you blame them? After what he's done?
"-
Cay Qel-Droma and Nomi Sunrider


Exar Kun, ex cavaliere Jedi ed ora Oscuro Signore dei Sith, insieme a Mandalore e ad un manipolo di guerrieri Massassi partono da Yavin 4 e fanno rotta per Coruscant, con l'obbiettivo di recuperare Ulic Qel-Droma dalle mani dell'Inquisizione.
Giunti nell'aula del senato nel momento esatto in cui viene emessa la sentenza di morte verso Qel-Droma, Kun usa i suoi poteri per immobilizzare l'intera assemblea dell'Inquisizione.
Impossibilitati a muoversi e a parlare, i Jedi riuniti ascoltano l'annuncio di Exar Kun sulla nascita di un nuovo impero Sith.
A questo punto Exar Kun cerca di convincere Voodoo Siosk,  il suo precedente maestro, a passare al lato oscuro. Dopo il suo rifiuto, Exar Kun lo uccide davanti all'intera assemblea.
 

"Go on to your higher plane, teacher. The galaxy is mine now." -
Exar Kun, speaking to Vodo-Siosk Baas


Con la ferma dichiarazione che adesso è la Fratellanza dei Sith a controllare la galassia, Exar Kun ed i suoi seguaci abbandonano Coruscant decisi a continuare la loro guerra.


Il punto di svolta si raggiunge durante la battaglia di Ossuss, pianeta dove ha sede un'accademia Jedi e la Grande Biblioteca Jedi.
Durante questa battaglia Ulic Qel-Droma si trova ad affrontare suo fratello Cay in uno scontro che terminerà con la morte di quest'ultimo.
Nomi Sunrider, devastata dopo aver visto la morte di Cay per mano del suo stesso fratello, usa i suoi poteri per sradicare la connessione fra Ulic e la forza.

A questo punto Ulic Qel-Droma realizza quanto il lato oscuro abbia manipolato le sue azioni. Deciso a ripagare la galassia e la Repubblica per il male che ha commesso, si offre di guidare i Jedi alla fortezza segreta di Exar Kun su Yavin 4.

Quest'ultima battaglia culmina con la morte di Exar Kun e l'annientamento quasi totale dei Massassi su Yavin 4. Con la fine del conflitto i Sith cessarono di esistere come minaccia, e i membri sopravvissuti della Fratellanza dei Sith furono costretti a nascondersi.
I Jedi stessi dovettero rivedere la propria organizzazione e dettero il via ad una vera e propria riforma dell'Ordine.
Mandalore the Ultimate prende il posto di Mandalore l'Indomito a capo dei clan, e li riforma nei Nuovi Crociati Mandaloriani.
Sotto la sua guida i mandaloriani ritrovano la grandezza di un tempo, crescendo sempre di più in forze e numero.
Mandalore the Ultimate inizia quindi a guidare i clan verso la conquista dei pianeti al limite estremo della Repubblica, lasciati senza difese come conseguenza del conflitto appena terminato.

Siamo nell'anno 3973 B.B.Y. e qui inizia la nostra storia.  

Home Page

The Old Republic - Legions donniepask donniepask